COMUNE DI SCANDICCI
Piazzale della Resistenza, 1
50018 Scandicci (FI)

pec_mini   Posta Elettronica Certificata

Centralino:  055.055

Fax: 055.7591.320
E-Mail: urp@comune.scandicci.fi.it
Partita IVA: 00975370487
IBAN pagamenti

IMU - Imposta Municipale Propria

Stampa

 

Per l’anno 2014 l’Imposta Municipale Propria (IMU) non si applica al possesso dell’abitazione principale e delle pertinenze della stessa, ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, per le quali continuano ad applicarsi l’aliquota e le detrazioni deliberate dal competente organo comunale.

Con deliberazione n. 57 del 23.07.2014 del Consiglio Comunale sono state stabilite per l’anno 2014 le seguenti aliquote:

  • Abitazioni principali ( classificate nelle categorie catastali A/1, A/8, A/9 ) e relative pertinenze: 0,50 per cento;
  • Immobili dati in locazione a titolo di abitazione principale con contratto stipulato sulla base di quanto previsto dall’articolo 2, comma 3, della L. 09.12.1998, n. 431:  0,60 per cento;
  • Unità immobiliari a destinazione abitativa concesse in uso gratuito dal soggetto passivo ai   suoi parenti in linea retta di primo grado: 0,76 per cento;
  • immobili classificati nel gruppo catastale D/3 (teatri, cinematografi, sale per concerti e spettacoli e simili) : 0,76 per cento;
  • immobili classificati nel gruppo catastale D ( ad esclusione D/3 e D/10) : 0,98 per cento;
  • Altri immobili : 1,06 per cento;

La detrazione per l’abitazione principale ( classificata nelle categorie catastali A/1, A/8, A/9 ) e per le relative pertinenze è stabilita  dalla legge all’articolo 13, comma 10, D.L 201/2011, nella misura di € 200,00.

Il versamento della seconda rata deve essere effettuato entro il 16 dicembre a saldo dell'imposta dovuta per l'intero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata versata.

Si ricorda che l' Imposta dovuta si calcola in proporzione:

  • alla percentuale di possesso
  • ai mesi di possesso (si ricorda che è computato per intero il mese durante il quale il possesso si è protratto per almeno quindici giorni)

applicando alla base imponibile l'aliquota prevista per l'immobile e provvedendo eventualmente, nel caso in cui se ne abbia diritto, ad operare la detrazione d'imposta.

La base imponibile per i fabbricati iscritti in catasto con attribuzione di rendita è data dalla rendita risultante negli atti catastali al 1° gennaio dell'anno d'imposizione rivalutata del 5% e poi moltiplicata per i seguenti coefficienti:

  • 160 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale A e nelle categorie C2, C6 e C7 con esclusione della categoria A10;
  • 140 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale B e nelle categorie C3, C4 e C5;
  • 80 per i fabbricati classificati nelle categorie catastali A10 e  D5;
  • 65 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale D ad eccezione dei fabbricati classificati nella categoria D5;
  • 55 per i fabbricati classificati nella categoria catastale C1.

Il pagamento deve essere effettuato con arrotondamento all'euro per difetto se la frazione è inferiore o uguale a 49 centesimi, ovvero per eccesso se superiore a detto importo.

 

Delibera 56/2014 - Imposta Municipale Propria. Approvazione del Regolamento Comunale di applicazione: testo, regolamento.

Delibera 135/2012 - Imposta Municipale Propria. Determinazione delle aliquote per l'anno 2012: testo.

Delibera 57/2014 - Imposta Municipale Propria. Determinazione delle aliquote per l'anno 2014: testo.

Pubblicata Lunedì 14 Maggio 2012 11:16
Ultimo aggiornamento Venerdì 08 Agosto 2014 10:18