Direttore responsabile

Matteo Gucci
Registrazione Tribunale di Firenze
n° 4437 del 15/1/1995

Redazione

tel: 055 7591261
e-mail: ccn@comune.scandicci.fi.it

Scuola futura, accordo con Usr e Indire: la nuova Fermi sarà progettata con educatori ed esperti

Stampa

La firma dell'accordo per IndireIl Comune di Scandicci progetterà la nuova scuola media Fermi nei pressi dell'area sportiva Turri seguendo i più innovativi criteri didattici, di organizzazione degli spazi e delle attività, con la stretta collaborazione dell'Istituto nazionale di Documentazione, innovazione e Ricerca educativa Indire del Ministero dell'Istruzione, e dell'Ufficio scolastico regionale per la Toscana. Gli esperti affiancheranno i progettisti negli studi per le soluzioni costruttive della nuova scuola, assieme agli educatori di tutte le scuole dell'istituto comprensivo di appartenenza, il Vasco Pratolini, e alla dirigenza scolastica. La realizzazione della nuova scuola media, assieme ad una riprogettazione della scuola primaria Toti di San Vincenzo a Torri con una funzione anche di centro civico ed educativo di comunità per le colline di Scandicci, secondo il modello dei Civic Center, sono stati temi di riflessione nell'ambito della firma di un protocollo d'intesa tra il Sindaco di Scandicci Sandro Fallani, il Presidente di Indire Giovanni Biondi e il Direttore Generale di USR Toscana Domenico Petruzzo.

Nel pensare la scuola, l'istruzione e l'educazione delle prossime generazioni dobbiamo avere sempre lo sguardo lontano – ha detto il Sindaco Sandro Fallani – ci sono aspetti contingenti da governare tutti i giorni, ma al tempo stesso dobbiamo farci carico di pensare alle forme e agli spazi dove i nostri ragazzi impareranno e si prepareranno al futuro, ad attività didattiche sempre più innovative e a come garantire una crescita sempre migliore per ogni figlio delle nostre comunità; nel farlo è importantissimo coinvolgere gli educatori di ogni ordine scolastico, così come i massimi esperti del settore: in questo l'esperienza di Indire e il coinvolgimento dell'Ufficio scolastico regionale sono preziosissimi”.

Indire è il più antico istituto di ricerca del Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca, e fin dalla sua istituzione accompagna l'evoluzione del sistema scolastico italiano investendo in formazione e innovazione, e sostenendo i processi di miglioramento della scuola. Le funzioni istituzionali sono assicurate e sviluppate attraverso quattro centri di ricerca collocati nel territorio nazionale e da un sistema integrato di competenze multidisicplinari di rilievo nazionale e internazionale, con capacità di gestione e soluzione di problemi complessi in diversi campi di attività: tra questi l'innovazione della didattica e degli ambienti di apprendimento, oltre alla gestione dei finanziamenti alle scuole; Indire rappresenta l'Italia nel Group of National Experts on Effective learning environments dell'Ocse.

Oltre ai firmatari, alla stipula dell'accordo erano presenti l'assessora alla Pubblica istruzione Diye Ndiaye, il Consigliere di Indire Giovanni Di Fede, la Dirigente scolastica dell'Istituto Comprensivo Vasco Pratolini Raffaella Briani, la Dirigente scolastica dell'Istituto comprensivo Altiero Spinelli Marina Andalò, Maria Pia Misti della Dirigenza dell'Istituto Comprensivo Rossella Casini e la Dirigente ai servizi scolastici del Comune Barbara Degl'Innocenti.

Seguici su facebook e su twitter @comunescandicci

Pubblicata Giovedì 12 Luglio 2018 19:15
Ultimo aggiornamento Venerdì 13 Luglio 2018 16:23