Direttore responsabile

Matteo Gucci
Registrazione Tribunale di Firenze
n° 4437 del 15/1/1995

Redazione

tel: 055 7591261
e-mail: ccn@comune.scandicci.fi.it

Ultime settimane per gli ecoincentivi, domande entro il 7.12; il Comune ha già accolto 66 richieste

Stampa

Il volantino degli ecoincentivi 2019Scade sabato 7 dicembre 2019 il termine di presentazione delle domande per ottenere gli ecoincentivi comunali relativi al 2019, con contributi economici per l’acquisto di biciclette e ciclomotori elettrici, autovetture elettriche o ibride, trasformazioni a gas metano o a gpl di autovetture, abbonamenti annuali a mezzi pubblici, per la sostituzione di caldaie di oltre dieci anni con impianti a gas metano di ultima generazione, oltre che per l’acquisto di bio trituratori di sfalci, potature e residui vegetali. I contributi, che verranno erogati fino all’esaurimento del fondo di 25 mila euro stanziato nel Bilancio di previsione, non sono cumulabili ad analoghi incentivi statali erogati per il medesimo veicolo o per lo stesso abbonamento ai mezzi pubblici. Le domande possono essere presentate al Punto Comune del Municipio, aperto tutti i giorni dal lunedì al venerdì in orario continuato 8-18,30 e il sabato mattina dalle 8 alle 12,45, con ingresso dalla terrazza pensile del Palazzo Comunale (piazza Resistenza). Il bando e il modulo di domanda per gli ecoincentivi.

Ad oggi per il 2019 il Comune ha già accolto 66 domande di cittadini: 31 sono state presentate per l’acquisto di bicilette elettriche, 11 per le sostituzioni di caldaie, 6 per trasformazioni auto a gpl, 16 per abbonamenti ai mezzi pubblici, una per auto ibride e una per biotrituratori; 42 cittadini che hanno presentato domanda entro lo scorso 31 agosto hanno già ottenuto i contributi, mentre i 24 che hanno fatto richiesta a partire da settembre, così come i cittadini che presenteranno domanda da adesso fino al 7.12, otterranno l'incentivo dopo la chiusura del bando. Alla data del 14 ottobre il fondo rimanente per l’erogazione di ecoincentivi ammonta a 11.092 euro.

Per il 2019 l’ufficio Ambiente del Comune di Scandicci ha confermato tutti i contributi degli scorsi anni, quindi sono previsti incentivi per l’acquisto di biciclette e ciclomotori elettrici, autovetture elettriche o ibride, trasformazioni a gas metano o a gpl di autovetture, abbonamenti annuali a mezzi pubblici, oltre che per la sostituzione di caldaie di oltre dieci anni con impianti a gas metano di ultima generazione e per l’acquisto di bio trituratori di sfalci, potature e residui vegetali. Come avvenuto negli ultimi due anni, i contributi per gli abbonamenti ai mezzi sono estesi anche a chi lavora nel comune. I contributi verranno erogati fino all’esaurimento del fondo di 25 mila euro stanziato nel Bilancio di previsione.

“Invitiamo i cittadini che hanno diritto agli ecoincentivi e che ancora non hanno presentato domanda a farlo entro la scadenza del 7 dicembre – dice l’assessora all’Ambiente Barbara Lombardini – come ormai consuetudine negli ultimi anni, il Comune va incontro alle esigenze e riconosce l’impegno di chi ha fatto scelte consapevoli e di buone pratiche ambientali. Ormai ogni anno aggiorniamo gli ecoincentivi per adeguarli alle diverse esigenze, anche economiche, delle famiglie che contribuiscono a rendere la nostra aria più pulita”.

I contributi per l’acquisto di un abbonamento ordinario annuale ai mezzi pubblici Pegaso ammonta a 100 euro, mentre per l'abbonamento annuale ordinario Isee Ataf e Linea a 60 euro; entrambi gli incentivi sono riservati ai residenti a Scandicci con Isee inferiore ai 31 mila euro (il limite Isee vale anche per i non residenti che lavorano a Scandcci, e che utilizzano l'abbonamento per gli spostamenti tra casa e lavoro). Sono confermati tutti gli ecoincentivi fissati gli scorsi anni, ovvero contributi economici di 700 euro per l’acquisto di auto elettriche o ibride nuove (con obbligo di rottamazione di un’autovettura), di 350 euro per ciclomotori elettrici nuovi e di 200 euro per biciclette elettriche a pedalata assistita nuove, di 500 euro per trasformare a metano una vettura e di 350 euro per trasformazioni a gpl (i contributi sono fissati solo per trasformazioni di auto immatricolate prima del 31 dicembre 2018). Per l’acquisto di bio trituratori – o macchine cippatrici – il contributo può coprire il 20 percento del costo, fino ad un massimo di 150 euro; per le caldaie il contributo può coprire fino al 20 percento del costo fino ad un massimo di 350 euro.

Seguici su facebook e su twitter @comunescandicci

Pubblicata Lunedì 14 Ottobre 2019 14:23
Ultimo aggiornamento Lunedì 14 Ottobre 2019 14:25