Direttore responsabile

Matteo Gucci
Registrazione Tribunale di Firenze
n° 4437 del 15/1/1995

Redazione

tel: 055 7591261
e-mail: ccn@comune.scandicci.fi.it

Centri estivi di qualità, erogati rimborsi per 570 bambini; “Già pronto fondo per contributi 2020"

Stampa

Un centro estivoSi è conclusa nella seconda metà di gennaio la liquidazione dei rimborsi per le famiglie che avevano iscritto i figli ai Centri estivi di qualità durante le vacanze scolastiche del 2019, e che avevano presentato domanda lo scorso settembre. I contributi hanno riguardato complessivamente 570 bambini e ragazzi, per un importo complessivo da parte del Comune di oltre 80 mila e 500 euro e un rimborso medio a favore delle famiglie di oltre 140 euro a figlio. “Ripeteremo l’esperienza anche nelle prossime vacanze, quando assieme alle realtà locali organizzeremo il secondo anno dei Centri estivi di qualità – dice l’assessore alle Politiche sociali Andrea Franceschi – per questo è già pronto uno stanziamento analogo a quello dello scorso anno nel Bilancio di previsione che andrà al voto del Consiglio all’inizio di febbraio. Siamo al lavoro per affinare la proposta per le famiglie, dopo il gradimento nel primo anno di progetto”.

“Abbiamo dato un aiuto concreto alle famiglie con figli, e abbiamo favorito un incremento del 20 percento della partecipazione ai centri estivi del 2019 – dice l’assessora alla Pubblica istruzione Ivana Palomba - al tempo stesso abbiamo stabilito uno standard nella qualità dell’offerta educativa estiva: le associazioni che propongono i Centri estivi di qualità hanno garantito tempo per lo studio, ambienti adeguati e pasti sani. L’obiettivo per quest’anno è quello di innalzare ulteriormente i livelli qualitativi richiesti per le attività proposte, e di coinvolgere maggiormente le scuole cittadine. Scandicci è uno dei primi Comuni in Italia a farsi carico e contribuire all’educazione dei bambini e dei ragazzi anche nei mesi estivi”.

I Centri estivi di qualità nel 2019 hanno riunito le attività educative estive proposte da 12 associazioni e cooperative che avevano firmato una convenzione con il Comune; i soggetti proponenti hanno ottenuto l’attestazione di qualità rispondendo ad una manifestazione pubblica d'interesse pubblicata dall'Amministrazione Comunale, e dimostrando di rispondere a determinati criteri di qualità ambientale ed educativa. Il contributo riconosciuto è stato pari a 40 euro a turno settimanale per una frequenza minima di due turni e per un massimo rimborsabile di 200 euro a bambino.

Seguici su facebook e su twitter @comunescandicci

Pubblicata Venerdì 24 Gennaio 2020 12:57