Direttore responsabile

Matteo Gucci
Registrazione Tribunale di Firenze
n° 4437 del 15/1/1995

Redazione

tel: 055 7591261
e-mail: ccn@comune.scandicci.fi.it

Bilancio 2020: confermati rimborsi per centri estivi e nidi ed esenzione Irpef ai redditi bassi

Stampa

Sala consiliare Orazio Barbieri - Vetrata di Fernando Farulli (particolare)Tasse locali ferme e per il sesto anno consecutivo nessun aumento delle tariffe (neppure adeguamenti Istat), addizionale Irpef allo 0,8% con conferma dell’esenzione per i redditi fino a 10 mila euro (circa 2500 cittadini interessati), rinnovo di tutti gli stanziamenti per i servizi alla persona riguardo servizi sociali, educativi e per la cultura (14 milioni e 662 mila euro complessivi come lo scorso anno). Rinnovati anche sul 2020 i rimborsi alle famiglie con i figli ai Centri estivi di qualità (stessi fondi del 2019), ai nidi e agli spazi gioco (193 mila euro di stanziamento da risorse Miur, 5 mila euro in più del 2019), oltre ai fondi sociali anticrisi (100 mila euro), per la non autosufficienza (120 mila euro) e lo stanziamento di oltre 90 mila euro per la compartecipazione del Comune ai contributi agli affitti. Per quanto riguarda gli investimenti per le opere pubbliche sono fissati 10 milioni e 170 mila euro (4,8 milioni di euro per le scuole, 2,6 mln per impianti sportivi, quasi 2 mln per riqualificazione piazze e spazi pubblici e 800 mila euro per riqualificazione strade), mentre il risparmio sulla spesa corrente porterà al Comune circa 300 mila euro aggiuntivi di trasferimenti dal Ministero dell’economia e delle finanze, dal momento che la stima ministeriale della spesa per un comune efficiente delle nostre dimensioni è di circa 38 milioni mentre Scandicci si attesta sui 30 mln di euro. E’ questa la sintesi del Bilancio di previsione 2020, discusso dal Consiglio Comunale nella seduta di martedì 4 febbraio e approvato con i voti favorevoli dei gruppi Partito democratico, Sandro Fallani Sindaco, Scandicci a sinistra e gruppo misto (Italia viva), e quelli contrari di Lega Salvini premier, Movimento 5 stelle e Centro destra per Scandicci Forza Italia Udc. Prima della discussione in Consiglio, i contenuti del Bilancio sono stati condivisi in un accordo firmato dal Sindaco e dalle sigle sindacali Cgil, Cisl, Uil e Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil.

“Il nostro interesse va alle persone e alla qualità dei servizi, agli aiuti alle famiglie con particolare attenzione all’educazione dei figli, alle esigenze dei lavoratori, dei pensionati e di chi fa impresa – dice il Sindaco – in questo senso è particolarmente prezioso il confronto e la condivisione dei temi del bilancio con i sindacati, ormai assunto come buona pratica a Scandicci. Non abbiamo certo risorse infinite, ma il nostro impegno nella gestione dei fondi a disposizione è sempre maggiore e ha come risultato il massimo dell’attenzione verso la città e i cittadini. La politica è il risultato delle scelte fatte da chi governa e dalla comunità, a Scandicci da anni portiamo avanti con costanza e convinzione il nostro impegno per lo sviluppo del territorio e al tempo stesso per sostenere i cittadini che si trovano in condizione di bisogno”.

“Anche in questo bilancio le scelte sono particolarmente oculate e rigorose – dice l’assessore al Bilancio e Vicesindaco – riduciamo al massimo la spesa corrente, come ci viene riconosciuto dal Ministero, mentre quanto spendiamo lo utilizziamo per dare risposte concrete ai cittadini attraverso servizi puntuali e di qualità: di quanto stanziato per i servizi alla persona, 7 milioni e 118 mila euro vanno per i servizi del sociale, 6 milioni e 85 mila euro ai servizi educativi e alle scuole, mentre 1 milione e 357 mila euro sono destinati alla cultura”.

Seguici su facebook e su twitter @comunescandicci

Pubblicata Martedì 04 Febbraio 2020 19:13
Ultimo aggiornamento Mercoledì 05 Febbraio 2020 10:25