Direttore responsabile

Matteo Gucci
Registrazione Tribunale di Firenze
n° 4437 del 15/1/1995

Redazione

tel: 055 7591261
e-mail: ccn@comune.scandicci.fi.it

Centri estivi di qualità, a gennaio i rimborsi per 570 bambini; importo medio 140 euro

Stampa

Attività in un centro estivoE’ iniziata nella prima settimana di dicembre la procedura di liquidazione dei rimborsi per le famiglie che avevano iscritto i figli ai Centri estivi di qualità durante le ultime vacanze scolastiche, e che hanno presentato domanda nel mese di settembre. I contributi, che saranno erogati alle famiglie nel mese di gennaio, riguardano complessivamente 570 bambini e ragazzi, per un importo complessivo da parte del Comune di oltre 80 mila e 500 euro e un rimborso medio a favore delle famiglie di oltre 140 euro a figlio. I Centri estivi di qualità riunivano le attività educative estive proposte da 12 associazioni e cooperative che hanno firmato una convenzione con il Comune; i soggetti proponenti hanno ottenuto l’attestazione di qualità rispondendo ad una manifestazione pubblica d'interesse pubblicata dall'Amministrazione Comunale, e dimostrando di rispondere a determinati criteri di qualità ambientale ed educativa. Il contributo riconosciuto è stato pari a 40 euro a turno settimanale per una frequenza minima di due turni e per un massimo rimborsabile di 200 euro a bambino.

“Questo è stato il primo anno”, dice l’assessora alla Pubblica istruzione Ivana Palomba, “stiamo dando un aiuto concreto alle famiglie con figli, abbiamo favorito un incremento medio di oltre il 20 percento della partecipazione ai centri estivi e al tempo stesso abbiamo stabilito uno standard nella qualità dell’offerta educativa estiva: le associazioni che propongono i Centri estivi di qualità devono garantire il tempo per lo studio, ambienti adeguati e pasti sani. Siamo già al lavoro per ripetere l’esperienza anche per i Centri estivi del prossimo anno, perfezionando ancora il progetto che quest’anno era al primo avvio, innalzando ulteriormente i livelli qualitativi richiesti per le attività proposte e coinvolgendo maggiormente le scuole cittadine”.

“Il Comune di Scandicci, tra i primi in Italia, quest’anno si è fatto carico di contribuire all’educazione dei bambini e dei ragazzi in età della scuola dell’obbligo anche nei mesi estivi – dice il Sindaco Sandro Fallani – abbiamo iniziato in via sperimentale fissando uno standard qualitativo nell’offerta educativa delle associazioni e delle cooperative che propongono le diverse attività, e in queste settimane concretizziamo il contributo alle famiglie con un rimborso medio di oltre 140 euro a figlio. Nel Bilancio di previsione per il 2020, che ci apprestiamo a votare in queste settimane, abbiamo già stanziato i fondi per ripetere e incrementare questa esperienza anche per la prossima estate”.

Seguici su facebook e su twitter @comunescandicci

Pubblicata Venerdì 06 Dicembre 2019 17:40
Ultimo aggiornamento Venerdì 06 Dicembre 2019 17:43