Direttore responsabile

Matteo Gucci
Registrazione Tribunale di Firenze
n° 4437 del 15/1/1995

Redazione

tel: 055 7591261
e-mail: ccn@comune.scandicci.fi.it

Plastic free: dal 1 luglio agli eventi pubblici no a stoviglie e posate di plastica monouso

Stampa

Piatti e stoviglie biodegradabiliDa lunedì primo luglio 2019 in tutti gli eventi pubblici organizzati a Scandicci è vietata la somministrazione di cibi e bevande con prodotti monouso in plastica quali bicchieri, piatti, posate, cannucce, stoviglie e contenitori che non siano in materiale biodegradabile e compostabile. La novità è contenuta nell'ordinanza del Sindaco numero 299 del 2019, dal titolo “Disposizioni sul territorio comunale per la minimizzazione dei rifiuti, l'incremento della raccolta differenziata e la riduzione dell'impatto della plastica sull'ambiente”. I trasgressori saranno puniti con una sanzione amministrativa e ammessi al pagamento in forma ridotta di 50 euro salvo casi di recidiva.

Come scritto nell'ordinanza, l'Amministrazione Comunale di Scandicci si prefigge di “ridurre la produzione complessiva dei rifiuti, diminuire la percentuale di rifiuti dannosi per l’ambiente a favore di utensili riutilizzabili, incrementare e valorizzare la raccolta differenziata diminuendo la percentuale di rifiuto secco residuale a favore della quota destinata al compostaggio, rendere più economico lo smaltimento dei rifiuti, aumentando la quota di rifiuti destinata a forme di conferimento meno costose (compostaggio), diminuire il ricorso a materie prime non rinnovabili favorendo l’utilizzo di materie prime rinnovabili quali le bioplastiche, utilizzare feste, sagre, eventi e manifestazioni in genere come veicolo per promuovere la cultura ambientale dei partecipanti, orientare e sensibilizzare la comunità verso scelte e comportamenti consapevoli e virtuosi in campo ambientale, operare per la salvaguardia dell’ecosistema quale fonte di inestimabile ricchezza”.

Tra le politiche di riduzione della plastica, il Comune di Scandicci da settembre 2006 nelle mense scolastiche serve acqua in caraffa al posto delle bottiglie di minerale; considerando che nell'anno scolastico precedente le bottiglie da 1,5 litri utilizzate furono 90.060, e quelle da 0,5 litri 4618, da allora ogni anno viene evitato l'utilizzo di 3,21 tonnellate di plastica, e di conseguenza viene evitata l'immissione annuale di 23,44 tonnellate di Co2 nell'aria, l'utilizzo di 138 barili di petrolio e di 110 tonnellate di acqua necessarie alla produzione della plastica.

Altra buona pratica da parte dei cittadini è l'utilizzo dei cinque fontanelli per l'erogazione di acqua nei quartieri (il sesto sarà installato quest'anno in piazza Giovanni XXIII nell'ambito dei lavori di riqualificazione): nell'ultimo anno hanno erogato complessivamente quasi 2,5 milioni di litri d'acqua, risparmiando l'acquisto di 1 milione e 664 mila bottiglie da 1,5 litri, pari a 63,2 tonnellate di plastica evitata (e 133 tonnellate di co2 in meno in atmosfera).

L'Amministrazione Comunale ha inoltre installato nel Municipio un distributore d'acqua per i dipendenti - che utilizzeranno borracce personali - eliminando di conseguenza le bottigliette d'acqua dai distributori automatici nel Palazzo Comunale.

Seguici su facebook e su twitter @comunescandicci

Pubblicata Lunedì 01 Luglio 2019 17:50
Ultimo aggiornamento Lunedì 01 Luglio 2019 18:30