Morosità nelle mense, incaricata una ditta per il recupero crediti

Stampa

Una mensa scolasticaL’Amministrazione Comunale di Scandicci ha incaricato la ditta Italy Recover srl di Trezzano sul Naviglio (Milano) di contrastare il fenomeno della morosità nel servizio di ristorazione scolastica e avviare il recupero di parte del credito salito a oltre 210 mila euro, questo nonostante la revisione tariffaria che favorisce le situazioni familiari economicamente più fragili e l’ampia disponibilità dell’Ufficio Scuola a concordare modalità di dilazione del pagamento. Sono 327 le ingiunzioni di pagamento per utenti debitori oltre le 200 euro, una dimensione ritenuta non più ammissibile. Tale situazione sta mettendo a rischio gli equilibri di bilancio del Settore Scuola e impegna oltremodo il personale comunale in un’azione che lo distoglie da altri compiti istituzionali fondamentali.

“C’è un patto tra cittadini, genitori, scuole, comune, a favore della massima qualità del servizio, del cibo sempre più sano, del rispetto dei migliori valori nutritivi per i nostri studenti, dell’uso di prodotti biologici e a chilometri zero – dice l’assessore alla Pubblica istruzione Diye Ndiaye – un patto di equità tra gli utenti del servizio con la nuova suddivisione in fasce di reddito per le tariffe. Affinché il patto sia valido però ognuno deve rispettare le regole, ci sono gli strumenti per andare incontro a tutte le esigenze reali delle famiglie, anche quelle in difficoltà; in questo contesto la morosità non è accettabile e la combattiamo con convinzione”.

A Italy Recover, ditta specializzata nel settore e operante in tutta Italia prevalentemente a supporto di aziende concessionarie del servizio di ristorazione, saranno affidati circa mille utenti per un totale di insoluto di 185.591 euro.

Nei prossimi giorni verrà inviata a tutti i fruitori della mensa scolastica un’informativa dettagliata anche sulle modalità di come fare per onorare il debito accumulato. Gli strumenti utilizzati da Italy Recover saranno le comunicazioni telefoniche, scritte e legali.

Superata la fase del recupero stragiudiziale, si procederà ad agire in giudizio sino a che il dovuto non sarà corrisposto. L’attività giudiziale comporterà un notevole aggravio di costi e spese a totale carico dei genitori morosi.

L’incarico a Italy Recover srl avrà durata sperimentale di un anno per consentire all’Amministrazione Comunale di valutare i risultati dell’iniziativa.

Seguici su twitter @comunescandicci

Pubblicata Martedì 07 Luglio 2015 18:33
Ultimo aggiornamento Mercoledì 08 Luglio 2015 12:06